Filippine, viaggi e vacanze: i consigli di Fluidblog

Dall’architettura di Manila alle splendide spiagge di Boracay: le Filippine sono un paradiso tutto da scoprire, meta ideale per una vacanza culturale, rilassante o avventurosa. Ecco un po’ di consigli per capire cosa vedere fra le isole delle Filippine.

filippine-vacanze

Sono oltre 7000 le isole che formano l’arcipelago delle Filippine, alcune delle quali dei veri paradisi tropicali che sono una meta perfetta per le vacanze.  Cordialità e disponibilità sono il punto di forza degli abitanti, tanto che l’arcipelago delle Filippine è spesso soprannominato il luogo dove “l’Asia sorride”. Aggiungete a questo quadro il fatto che i collegamenti costano poco, la cucina è varia e squisita, ci sono tantissime attività da svolgere e avrete una destinazione perfetta per le vostre vacanze.

Non è quindi un caso che, come dimostrano i dati del Philippines Department of Tourism il numero di italiani che scelgono le magnifiche isole di Cebu, Bohol, Borracay, Palawan, Pandan e molte altre sia aumentato: +15,26% rispetto al 2015. Un riconoscimento per un Paese che ha fatto molto per diventare meta di riferimento per i turisti.
Storia, arte, sport, natura e spiagge: non manca proprio nulla alle Filippine per diventare la destinazione della tua prossima vacanza. Ecco una serie di consigli, di cose da vedere e da fare fra le tantissime esperienze che si possono vivere alle Filippine, selezionate da noi di Fluidblog.

MANILA, PER RISCOPRIRE LA STORIA DELLE FILIPPINE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oggi la capitale delle Filippine, Manila, è la tipica città tentacolare asiatica, densamente popolata, votata allo sviluppo tecnologico ma con grandi squilibri tra quartieri poveri e ricchi. Nonostante i grattacieli del quartiere Makati, la vera Manila, quella città storica che divenne sotto la colonizzazione spagnola una delle perle del Pacifico, è ancora visibile.

Il cuore della Manila storica è il quartiere Intramuros. Un tempo una meravigliosa fortezza spagnola oggi, dopo i pesantissimi bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, sono pochi gli esempi di architettura coloniale rimasti. Fra questi il migliore è Forte Santiago: un imponente bastione costruito dagli spagnoli nel 1583, restaurato dopo la guerra, e che oggi è occupato da magnifici giardini pubblici che dominano il porto e il fiume Pasig.

BORACAY, RILASSANDOSI SULLA PIÙ BELLA SPIAGGIA DELLE FILIPPINE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sette chilometri di spiaggia bianchissima, una selva di palme che la delimita, un mare azzurro e tropicale, pochi ristoranti, nessun resort e un gruppo di paraw, la tipica barca da pesca filippina, che attracca a portare di tanto in tanto pesce fresco: Yapak Beach, bellissima e ancora in parte selvaggia, è una delle irresistibili attrattive della meravigliosa isola di Boracay.

Chiamata anche Puka, per via delle conchiglie piatte che vengono chiamate così in inglese, Yapak Beach è considerata dalla CNN Travel una delle 100 spiagge più belle del mondo. Boracay è facilmente raggiungibile da Manila con un comodo volo interno su Caticlan, un piccolo aeroporto sulla vicina isola di Panay.

Adatta ad ogni tipo di turista, da quello sportivo a quello che cerca il divertimento, l’isola di Boracay è perfetta per chi vuole rilassarsi sulla meravigliosa spiaggia di Yapak.

SIARGAO, DIVERTENDOSI FRA LE ONDE DELLE FILIPPINE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Meno turistica di Boracay, ma non meno bella è l’isola di Siargao. Siargao si trova nell’estremo oriente dell’arcipelago filippino, esposto all’Oceano Pacifico e poco distante dall’isola di Mindanao, una delle più grandi e importanti del Paese. Siargao si raggiunge in barca dall’isola di Cebu, la meta turistica più famosa delle Filippine, e una volta arrivati non si può fare a meno di innamorarsi delle sue spiagge bianche, delle sue foreste di mangrovie e dell’atmosfera da paradiso tropicale che vi si respira.

Siargao è nota al mondo soprattutto per una cosa: da anni la sua costa sul versante Pacifico è sede di un’importante competizione di surf, il Siargao Cloud 9 Surfing Cup. Gli altissimi cavalloni della zona infatti hanno reso l’isola una delle capitali mondiali della “tavola”. Le onde perfette di Siargao sono davvero il massimo per chi è un esperto del mestiere e per chi si sta approcciando al mondo del surf!

EL NIDO, AMMIRANDO UNA DELLE MERAVIGLIE DELLE FILIPPINE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chiunque voglia visitare le Filippine non può non voler contemplare il bellissimo spettacolo di El Nido e del Bacuit Arcipelago: una serie di isolette e formazioni rocciose carsiche -poste nel lato Nordoccidentale dell’isola di Palawan– che si tuffano in acque cristalline, scogli ricoperti dalla foresta che sinuosi si aprono in piccole e strette baie.

Si tratta decisamente di una delle mete turistiche più famose e ambite delle Filippine. El Nido è un pittoresco villaggio schiacciato fra mare e le colline rocciose dell’entroterra, collegato con Manila da un volo interno che parte tre volte al giorno. Tra piccoli hotel e ristorantini nel centro si trovano una serie infinita di società che affittano barche e motoscafi che permettono di fare una crociera dell’arcipelago Bacuit e ammirare le bellissime spiagge della zona.

La più grande meraviglia di El Nido e dell’isola di Palawan è sicuramente la 7 Commandos Beach. Una spiaggia bianca incorniciata da una fila di palme da cocco, raggiungibile esclusivamente in barca, uno splendore che diventa sbalorditivo al tramonto, quando il sole cala dietro il profilo delle isole vicine creando un incredibile spettacolo di luci e ombre.

TUBBATAHA, OSARE NELLE PROFONDITA’ DEI MARI FILIPPINI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Indubbiamente le Filippine sono famose per i suoi fondali marini, tanto amati da chi pratica snorkeling e diving. I punti d’immersione, soprattutto, sono celebri in tutto il mondo. In questo articolo vi ho raccontato di cosa si può fare sui fondali dell’Isola di Bohol, ma ovviamente questa meta non è l’unica per gli sport acquatici.

L’isoletta di Malapascua, poco a Nord di Cebu è il paradiso delle immersioni: la sua barriera corallina è una delle più colorate delle Filippine e nei suoi fondali si trova una popolazione stanziale di rarissimi squali volpe, una delle creature più affascinanti dell’oceano.

Ma la vera perla del mare delle Filippine è il reef di Tubbataha, una enorme formazione corallina che si trova 100 km a Sud di Puerto Princesa, sull’isola di Palawan. Tubbataha vanta l’incredibile primato di essere l’unico Patrimonio Mondiale Unesco posto completamente sott’acqua e si tratta di un reef perfettamente conservato, un ecosistema marino da scoprire e dove immergersi!

filippine-vacanza-viaggio
Le Filippine sono una destinazione ideale per il tuo prossimo viaggio

Queste erano alcune delle magnifiche esperienze che si possono vivere nelle Filippine. Ovviamente non sono tutte, ma una selezione che abbiamo fatto per farvi scoprire questi meravigliosi paradisi naturali!

In collaborazione con: 

Ente turismo filippine viaggio


4 thoughts on “Filippine, viaggi e vacanze: i consigli di Fluidblog

  1. Ciao, complimenti per il post, veramente appassionante.
    Avrei bisogno di qualche consiglio per affrontare al meglio il prossimo viaggio nelle Filippine. Innanzitutto ti dico subito che l’unico periodo dell’anno in cui posso approfittare di 20 giorni di ferie è Agosto. Ho letto un po’ in rete che non è proprio il periodo migliore, acquazzoni, monsoni, venti forti mate agitato. Vorrei sapere tu cosa ne pensi, se in effetti tutto questo corrisponde a realtà, e se ci sono isole e versanti più colpiti dal maltempo rispetto ad altri che invece godono di un clima prettamente da spiaggia sole e mare.
    Ti ringrazio anticipatamente a presto

    Mi piace

    1. Ciao Francesco. Effettivamente il periodo di agosto per le Filippine non è il massimo: è una meta che va bene per il nostro inverno, io ci sono stato a Marzo-Aprile e il meteo era ancora clemente, ma più in là si rischia di incappare in un periodo peggiore.
      Se proprio non hai la possibilità di cambiare le ferie e ti interessa comunque visitare l’Oriente, io ti consiglio Malesia e Indonesia. I panorami sono simili, soprattutto nel Borneo Malese, e le mete sono altrettanto interessanti dal punto di vista naturalistico e culturale. 🙂

      Mi piace

  2. Ciao Matteo,
    post molto interessante.
    Sto organizzando un viaggio nelle Filippine con partenza il 16/02 e ritorno il 3/03 con arrivo a Cebu e ripartiamo da Cebu. Abbiamo deciso di saltare sia Manila che Boracay. Volevamo fare (in teoria), Cebu-Oslob-Bohol-Siargao-Palawan. Il problema è che a Palawan ci sono troppe cose da fare. Tu cosa mi consiglieresti di saltare? (siamo due sub e al mio ragazzo interessa il surf)
    Ti ringrazio anticipatamente per la tua cortese risposta.

    Mi piace

    1. Ciao Elisa,
      Scusa per il ritardo nella risposta, il vecchio blog è migrato a questo indirizzo, dove continuiamo a produrre contenuti: http://www.alidays.it/fluidblog/ 🙂
      Anch’io sono un appassionato di subacquea (divemaster dal 2010), e avevo dedicato un articolo sul diving a Bohol (http://www.alidays.it/bohol-filippine-natura/). Per arrivare alla tua domanda, Bohol e Palawan sono assolutamente intoccabili, soprattutto se vuoi immergerti. D’altro canto Cebu con le colline di cioccolato, la foresta pluviale e gli animali endemici è assolutamente da non perdere. Per quanto riguarda Oslob, non ci sono stato di persona e ho letto pareri contrastanti sull’esperienza degli squali balena: da una parte turisti entusiasti che me ne parlano bene, anche più dell’analoga esperienza (questa l’ho vissuta invece in prima persona) a Holbox, Messico; dall’altra leggo articoli come questo (http://dive-bohol.com/conservation/5-reasons-not-go-oslob/) dove ne parlano in veste estremamente negativa. Comunque Oslob è sull’isola di Cebu, quindi una deviazione si potrebbe pure fare. Siargao è un’isola stupenda, ma è decisamente più famosa per i surfisti che per la subacquea. Se dovessi “tagliare” qualcosa escluderei quest’ultima, magari lasciandola per una “seconda volta” nelle Filippine 🙂

      Spero di averti risposto e di averti convinto.
      Ps: cerca di organizzare un’escursione a Malapascua. Sotto il punto di vista diving è uno dei top delle Filippine, con possibile incontro dello squalo volpe 😉

      Per qualsiasi evenienza, o se vuoi una mano a completare il tuo viaggio contattaci pure e visita la nostra pagina dedicata 🙂 http://www.alidays.it/viaggio-filippine/

      Ciao e a presto!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...