Vancouver Island: l’idea perfetta per un viaggio in Canada

La più grande isola della West Coast, in British Columbia, è un paradiso di paesaggi marini e boschivi, tra orsi, balene, siti nativi e il clima metropolitano di Victoria…

vancouver_island_viaggio_mappaPochi luoghi del Canada (eletto 1° destinazione tra i Best in Travel 2017 di Lonely Planet) presentano la stessa ricchezza ecologica, ambientale, paesaggistica, di Vancouver Island, la più grande isola della West Coast americana (quasi 32.000 kmq, 500 km di lunghezza per 100 di larghezza media), nonché la massa terrestre più popolata compresa tra la costa del Pacifico e la Nuova Zelanda, con circa 760.000 abitanti, moltissimi, quanto a densità, rispetto al resto del paese (27 contro 3). D’altronde quest’area della British Columbia, che a livello amministrativo include anche una porzione di Canada continentale e il dedalo delle Gulf Islands, sparse nello Strait of Georgia, è nota per un clima tiepido, umido (qui piove come all’Equatore), mitigato dall’Oceano, e viene perciò chiamata California del Nord. Nella zona meridionale, dove le temperature divengono mediterranee, non è inusuale imbattersi in ulivi e limoni.

vancouver_island_orca
Frequenti sono gli avvistamenti di orche nei bracci d’Oceano di Vancouver Island

La varietà di ecosistemi di Vancouver Island, favorita da una conformazione orografica molto articolata, fa sì che si tratti di un vero e proprio microcosmo che racchiude i principali biotipi del Nord America: foreste pluviali, acquitrini, coste addentellate da fiordi, catene montuose che con il Golden Hinde raggiungono i 2200 metri, fitti boschi solcati da fiumi impetuosi che si diradano in pietraie e nevai d’alta quota. La biodiversità animale è altrettanto straordinaria: balene e orche, orsi, alci, le rarissime lontre di mare, solo per citare alcune specie.

vancouver_island_victoria
La Inner Bay, capitale della British Columbia

Non solo wilderness. Infatti Vancouver Island vanta anche la frizzante scena metropolitana di Victoria, la capitale della British Colombia, città che conta complessivamente oltre 300 mila abitanti e risulta una delle più vivibili al mondo, grazie ad aree verdi, ottimi servizi e una scena culturale frizzante. Senza contare le testimonianze dell’ancestrale civiltà nativa delle tribù Kwakwaka’wakw, presente soprattutto nella porzione settentrionale dell’isola con circa 5000 individui, Nuu-chah-nulth e Coast Salish.

Vancouver Island Ferry Inside Passage
Un ferry nell’Inside Passage

Non ci resta ora che addentrarci tra le numerose attrazioni di Vancouver Island, premettendo che lo spettacolo, qui, inizia ancora prima di arrivare, allorché a bordo di un traghetto panoramico si attraversa il meraviglioso labirinto di rocce e acqua dell’Inside Passage: il servizio di ferry prevede, tutto l’anno, le tratte da Vancouver e Port Angeles (quest’ultima nello stato di Washington, USA, separato solo dallo stretto di di Juan de Fuca) alla capitale Victoria, mentre da giugno a settembre è disponibile una crociera davvero mozzafiato che parte da Prince Rupert, a nord, e si addentra tra isolotti scavati da bracci d’Oceano fino a Port Hardy.

Wilderness e wildlife

Vancouver Island Rainforest
La tipica foresta pluviale di Vancouver Island

Partiamo dalle peculiarità paesaggistiche di Vancouver Island, inclusa nell’ecoregione della foresta pluviale temperata del Pacifico, la più grande al mondo, un tempo estesa ininterrottamente dall’Alaska alla California. Buona parte dell’isola, composta di rocce vulcaniche, è ammantata da alberi grandiosi, come i cedri rossi giganti, o del Pacifico, che raggiungono gli oltre 1000 anni d’età, e i pecci di Sitka, che rasentano i 100 metri di sviluppo verticale. Vancouver Island detiene anche il record di albero più alto mai abbattuto, un abete di Douglas di 126 metri.

vancouver-islan_wildlife
Un baribal nel bosco pluviale

A tutela di questa porzione vergine di natura sono stati istituiti, negli anni, più di 160 tra Parchi Nazionali, Regionali, Provinciali, nonché riserve marine ed ecologiche (vedi  qui l’elenco completo), un autentico tempio per numerose varietà animali. Davvero imperdibile è il MacMillan Provincial Park, noto per il suo Cathedral Grove, una macchia di 157 ettari occupati da antichissimi esemplari di abeti di Douglas. Sulla terra non è affatto difficile incontrare grizzly, orsi neri, o baribal, alci e puzzole, nonché specie endemiche quali la marmotta e il lupo bianco detti, appunto, di Vancouver Island. Gli appassionati di birdwatching possono andare in cerca di ben 441 diversi volatili (qui il censimento, molti sono quelli rari), tra i quali spicca la maestosa aquila di mare testa bianca.

vancouver-island_viaggio
Una colonia di leoni marini

Anche l’acqua del Pacifico è ricca di fauna. Anzi, la celebrità di Vancouver Island si ricollega in buona parte al suo patrimonio ittico e di mammiferi di mare. Durante i mesi estivi è possibile fare snorkeling in compagnia di salmoni, foche e leoni marini (ad esempio al  Gods Pocket Marine Provincial Park o risalendo la corrente nella profonda fenditura del Quatse Salmon Stewardship Centre). Sempre nei mesi caldi, Tofino, villaggio di pescatori sulla West Coast posto vicino alla selvaggia Long Beach, fiore all’occhiello del Pacific Rim National Park Reserve, è una delle indiscusse capitali mondiali del whale watching: la stagione si apre a marzo, salutata dal Pacific Rhim Whale Festival, e vede il passaggio lento, sbuffante, immancabile, di balene grigie, orche, megattere e decine di altri abitanti dell’Oceano.

Sport e percorsi all’aria aperta

Vancouver Island Sport Pesca
La pesca sportiva richiama a Vancouver Island appassionati da tutto il mondo

Vancouver Island non può che essere una palestra a cielo aperto, perfetta per una vasta gamma di attività sportive in simbiosi con la natura. In primis la pesca sportiva, praticabile in acqua sia dolce che salata. Oltre ai celebri salmoni, abbondano cernie, lingcod e vari tipi di merluzzo, halibut di proporzioni imponenti, sogliole, crostacei come granchi e gamberetti. Gli esemplari, in questo paradiso liquido tiepido e fecondo, si possono nutrire di numerose prede, il che spiega le loro dimensioni da fotografia. Ogni zona dell’isola offre attività all’aria aperta. Nell’entroterra una ramificata rete di sentieri, dotati spesso di comode passerelle di legno, consentono di esplorare il silenzio magico, sospeso, delle foreste pluviali, fino alle zone più impervie, come il Monte Arrowsmith, dove non mancano, oltre all’hiking, opportunità di mountain biking, arrampicata su roccia, esplorazioni speleologiche (specie nelle grotte di Horne Lake), ziplining, torrentismo, rafting fluviale, cavalcate a cavallo. Insomma, si ha l’imbarazzo della scelta sul modo in cui lasciarsi travolgere dallo spettacolo possente della wilderness. Le attività marine sono altrettanto entusiasmanti. Non a caso i lettori dell’importante magazine Scuba Diving eleggono quasi ogni anno la British Columbia, e Vancouver Island in particolare, nella top list delle destinazioni mondiali per la loro passione. Ad essa si aggiungono windsurfing, kitesurfing, canoa, surf, sci nautico e tutte le ultime novità. Una nota a parte merita il golf, data la presenza di campi disegnati da maestri del calibro di Jack Nicklaus, A.V. Macan e Les Furber, teatro di gare internazionali e delle gesta dei principali campioni. Dopo tanto sport, quello che ci vuole è un po’ di relax rigenerante. Nessun problema, Vancouver Island vanta centri termali e SPA prestigiosi. Dalla wilderness… al wellness.

Food & wine

vancouver_island_saanich
Le famose zucche della penisola di Saanich

Vancouver Island, oltre a una connotazione di turismo verde, si sta affermando in qualità di raffinata meta enogastronomica. La rivista Saveur, nel 2006, l’ha incoronata “new Epicueran Mecca” della West Coast. Una porzione incontaminata di Canada i cui prodotti alimentari, caratterizzati da una filiera a chilometro zero, si coniugano a una radicata sapienza culinaria capace di rimanere al passo con le tendenze della moda. Tra i piatti più rinomati di Vancouver Island figurano, come immaginabile, quelli a base di pesce, freschissimo, magari preparato in base a ricette che prevedono l’accompagnamento degli squisiti ortaggi isolani. Ideale assaggiarli nei pittoreschi villaggi di pescatori di Cowichan Bay, Chemainus (con i suoi famosi murales) o Tofino. La capitale Victoria, grazie a una profonda identità british, è rinomata per ottime breweries dove degustare birre ale, lager e stout, oppure sidro e liquori. Di matrice inglese è anche la gustosa proposta casearia. Non da meno è la locale eccellenza vitivinicola, evolutasi di molto rispetto all’iniziale distillazione a base di loganbarries, le more selvatiche: rispetto a quegli anni pionieristici il distretto di Saanich è rimasto la principale area a vocazione enologica e, oggi, conta circa 40 cantine che imbottigliano Pinot Nero, Pinot Grigio, Ortega e Maréchal Foch. Chiudiamo con un best kept secret di gusto: a Vancouver Island si tengono dei “Seaweed tours”, vale a dire dei percorsi sulle spaziose spiagge oceaniche volti a scoprire i benefici e gli usi gastronomici delle alghe marine.

Le First Nations di Vancouver Island

Vancouver Island First Nations Totem
Totem a Courtenay

Come noto, l’espressione First Nations indica le popolazioni native dell’odierno Canada che non siano gli Inuit. A Vancouver Island, nonostante la distruzione apportata dagli Europei, si conservano ancora tre gruppi tribali principali, già citati all’inizio dell’articolo: i Kwakwakawa’wakw, stanziati nella zona centro-settentrionale, i Nuu-chah-nulth, abitanti del Pacific Rim, e i Coast Salish, insediati nella zona di Cowichan e nel Sud dell’isola. Le First Nations Collections all’interno del Royal BC Museum raccontano 10.000 anni di storia di Vancouver Island in un cammino affascinante che si snoda tra archeologia, arte, etnologia e antropologia. Enigmatici totem e maschere processionali lignee, sale dedicate ai linguaggi autoctoni, ricostruzioni interattive di varie situazioni della vita sociale. Appositi aboriginal trails, poi, ti porteranno sulle tracce degli indigeni un po’ in tutta l’isola. O anche fino a Calvert Island, raggiungibile solo in nave o aereo, dove nel 2015 sono state trovate delle impronte fossili di un uomo, una donna e un bambino risalenti a 13.200 anni faLe più antiche del Nord America.

 Il glamour metropolitano di Victoria

Vancouver Island, Victoria, The Garden City
Victoria, The Garden City

Una piccola metropoli giardino. Victoria, la capitale della British Columbia, è un gioiello tutto da scoprire. Possibilmente a piedi e in bici, date le aree verdi e i numerosi percorsi ciclopedonali. The Garden City,  fondata nel 1842 come stazione di posta della Hudson’s Bay Company, presenta un delizioso tessuto urbano nel quale si integrano felicemente capolavori architettonici di  età edoardiana – su tutti il Fairmont Empress Hotel e i Parliament Buildings, entrambi affacciati sulla Inner Bay  e completati a cavallo tra XIX° e XX° secolo – con un moderno skyline nordamericano. In mezzo tante sorprese e scorci pittoreschi, ad esempio le variopinte case di legno galleggianti di Fisherman’s Wharf (vi si mangia un fish & chips degno dell’inghilterra), Craigdarroch Castle, edificato nel 1890 dal barone scozzese del carbone Robert Dunsmuir in gusto neogotico, al pari della cattedrale di Christ Church, e ancora la prima Chinatown del Canada (ad Agosto notevole il Dragoon Boat Festival). Ovviamente vanno visitati i parchi di Victoria, su tutti uno dei giardini più famosi al mondo, i Butchart, dal nome dei due coniugi che, a inizio 900, decisero di convertire una cava in questo incanto vegetale dai tocchi e gli aromi americani, giapponesi, italiani. “Benvenuto”, era il nome della loro dimora, aperta a tutti. Benvenuto a Victoria e a Vancouver Island. Nel tuo prossimo viaggio in Canada, un sogno a portata di mano.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...