USA: le cinque cose da fare assolutamente a Denver

Le esperienze assolutamente da non perdere in un viaggio nella “Porta delle Rocky Mountains” del Colorado.

denver_colorado_viaggio
Denver

È la prima cosa che ci viene in mente quando stiamo per partire: “cosa c’è da vedereda visitare in questa città?”. Spesso si corre il rischio di sottovalutare una destinazione o di perdersi alcune attività interessanti ma meno conosciute. Se si parla di Denver, la “Mile-High City” del Colorado, questa domanda non ti dovrebbe nemmeno passare per la testa, perché qui, ai piedi delle Montagne Rocciose, ci sono tantissimi monumenti da visitare, cose da fare ed esperienze da vivere! Noi di Fluidblog abbiamo fatto una selezione, con 5 attività, luoghi e momenti da non perdere assolutamente a Denver.

La Mile-High City è davvero unica nel suo genere: come Capitale del Colorado è una città storica degli Stati Uniti, sbalordisce i turisti con la sua ampia offerta di intrattenimento culturale e artistico, ma sa anche conquistare grazie alla sua frizzante atmosfera giovanile e al divertimento più leggero.

Denver è la porta d’accesso perfetta alle Montagne Rocciose Occidentali, nello specifico alla regione del Real America, l’America più autentica del vecchio West (Montana, North Dakota, South Dakota e Wyoming). Insomma, una meta per tutti i gusti, come stop-over per una notte o come destinazione da scoprire con più calma.

PER DIVERTIRSI

denver_beer_festival
Alcune delle birre della città

Denver è riconosciuta dagli statunitensi come capitale della birra. Questo perché la città ha l’incredibile (e invidiabile) primato di minor rapporto fra abitanti e breweries: insomma, più birrerie per tutti! La maggior parte della produzione di Denver è tra l’altro artigianale, con oltre 200 marchi di birre bionde, doppio malto e rosse che si contendono la scena. Da alcuni anni viene organizzato il Denver Beer Trail, un itinerario che tocca le più famose e premiate distillerie della città: la Wynkoop Brewing Co, la più antica birreria della città, la Blue Moon Brewing, sicuramente la più famosa produttrice di Pale Ale d’America, e una dozzina di altre. Insomma, non è affatto un caso che qui ogni anno, fra settembre e ottobre, si tenga il Great American Beer Festival, una kermesse che premia le migliori birre americane conferendo premi per ben 92 categorie!

PER RISCOPRIRE

denver_larimer_square_kerouac
Una veduta di Larimer Square

È vero, Denver è stata fondata nel 1858 e non ha una lunghissima storia, ma fin dai suoi esordi la città è stato al centro di diversi eventi che ne hanno caratterizzato la fisionomia odierna. La Mile-High City venne investita, verso il finire degli anni ’50, dalla cultura della Beat Generation. Lo stesso Jack Kerouac, come scrisse nel suo libro On The Road, passò per Denver e si affezionò subito in quella che era considerata la zona più “ribelle” della città, Larimer Street.

denver_larimer_square
Larimer Square d’inverno

Il Denver’s Beat Legacy tour permette di scoprire alcuni dei luoghi della città più legati al mito della “gioventù bruciata”. Si parte da Larimer Square, una delle piazze storiche del centro dove è ambientato un racconto del libro di Kerouac Visioni di Cody, si prosegue per la Tattered Book Store, una deliziosa e “antica” libreria dove un tempo si incontravano molti esponenti della Beat Generation, e si finisce con i Five Points, il quartiere centrale di Denver dove nel corso degli anni ’40 e ’50 sorsero moltissimi Jazz Club tanto amati da Jack Kerouac.

PER CONFRONTARSI

Finita la stagione della Beat Generation Denver non è certo rimasta a guardare: negli anni ha saputo attrarre artisti e diventare una città d’avanguardia, alla moda ed espressiva. Sicuramente entusiasmanti sono il Denver Art Museum e il Denver Performing Arts Complex, ma il modo migliore per gustarsi il lato artistico della città è starsene fuori dai musei: la Mile-High City è infatti la patria della street art, l’arte ad aria aperta!

blue_bear_denver
il Blue Bear

Uno dei quartieri più frizzanti è sicuramente il River North, fra Larimer e Walnut Street, una zona che ogni estate viene letteralmente sommersa di murales e graffiti di artisti famosi ed emergenti. L’opera invece che maggiormente caratterizza Denver invece è il “I See What You Mean”, ovvero il grande Blue Bear. Opera del 2005 dell’artista Lawrence Argent la gigantesca statua dell’orso si trova nel Colorado Convention Center, è alta quasi 12 metri ed è stata simpaticamente adottata dagli abitanti di Denver come loro simbolo cittadino!

PER RILASSARSI

denver_botanical_garden
I Denver Botanical Gardens

Dopo aver assaporato, ascoltato, vissuto e ammirato, forse è venuto il momento di una pausa. Fortuna vuole che Denver sia costellata di luoghi deliziosi dove rilassarsi un po’. Il preferito degli abitanti della città sono sicuramente i Botanic Gardens. Perché? Prima di tutto all’interno di questi giardini spesso vengono ospitate mostre di scultura ed alcuni allestimenti sono permanenti; in secondo luogo perché nei Botanic Gardens si tengono lezioni di yoga e tai chi. Ma anche passeggiare fra le piante tropicali ed esotiche o restarsene semplicemente seduti davanti alla magnificenza dei giardini giapponesi non è affatto male!

PER AMMIRARE

Come abbiamo detto Denver è anche la “porta delle Montagne Rocciose” e come tale è letteralmente circondata dalla magnificenza di queste montagne. Il luogo più iconico che collega la Mile-High City alle Rockies è sicuramente il Red Rock Amphitheatre di Golden, a pochi chilometri dal centro cittadino.

Una veduta del Red Rock Amphitheatre di Denver
Una veduta del Red Rock Amphitheatre di Denver

Si tratta di uno straordinario teatro scavato nei sedimenti rossastri del Red Rocks Park di Denver, già famoso per le sue incredibili conformazioni rocciose come il Garden of the Gods. In questa stupenda location uno degli architetti di grido dell’Art Déco americana, Burnham Hoyt, creò il suo capolavoro: il Red Rock Amphiatheatre.

Nella sua storia il teatro, che nel 2016 celebra i 75 anni di attività, ha ospitato una serie innumerevole di concerti che hanno segnato la storia della musica: dopo la famosissima esibizione dei Beatles, che suonarono qui nel 1964, il numero di concerti l’Amphitheatre ospitò è impressionante, e spazia da Jimy Hendrix, i Jethro Tull, i Carpenters, Bocelli, Cher e gli U2, che qui incisero il loro famoso Live Under a Blood Red Sky.

E la storia del Red Amphitheatre continua ancora oggi, con eventi di musica che si tengono regolarmente ogni anno, da Giugno a Settembre. Insomma, se volete godervi un concerto in uno scenario naturale da sogno e vi trovate in Colorado non lasciatevi sfuggire l’occasione di godervi uno spettacolo su questo anfiteatro di rocce rosse.

Queste sono le esperienze che consigliamo di vivere nella Mile-High City, la capitale del Colorado una città tutta da scoprire! Voi cosa ne pensate?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...