San Francisco: le esperienze da non perdere secondo Sara.

Sara racconta la prima tappa della sua avventura negli States: San Francisco!

San Francisco is 49 square miles surrounded by reality. Welcome to… San Francisco! Ecco una pagina del diario di viaggio di Sara, in cui troverete tutte le sue impressioni sulla prima tappa del suo itinerario… buona lettura!

SONY DSC

«Due giorni fa atterravo a San Francisco e adesso, nel momento in cui sto per lasciarla per la prossima tappa della mia avventura, ho il cuore e la mente colmi delle sue immagini e 1tanta malinconia… mi viene quasi voglia di non ripartire! San Francisco si è confermata  una delle mie città statunitensi preferite (in pole position seconda solo a Chicago) ed in queste 48 ore scarse ho cercato di fare e vedere il più possibile per rendervi partecipi della sua assoluta ed incommensurabile bellezza. San Francisco è la perla della Costa Ovest, un gioiello sfavillante racchiuso nella sua baia che offre migliaia di spunti per qualsiasi tipo di esperienza.

g gate bridgeAnche per i viaggiatori vissuti le attrazioni più turistiche hanno sempre un loro fascino: dai leoni marini di Pier 39 e alla confusione allegra e coinvolgente di Fisherman’s Wharf, alla fuga da (o verso) Alcatraz, al ponte del Golden Gate, un must da attraversare a piedi o m districtin bicicletta (se ce l’ho fatta io, ce la fanno tutti!). Ma come avete visto dalle mie foto non e’ tutto qui, anzi…spingetevi al di fuori dei classici giri ed esplorate quartieri eclettici e particolari come l’hippie Haight Ashbury, il vip Pacific Heights, il latino Mission District, e lo splendido Castro,
l’epicentro colorato e pieno di vita di San Francisco, l’anima pulsante ed entusiasta della città. Ma oltre a tutto questo c’e’ ancora molto di più… non ho mai visto tanta natura in una città come in questi due giorni a San Francisco! Ho fatto delle impegnatice camminate fra dei veri e propri boschi (altro che Central Park ragazzi!), ho “pucciato” i piedi nell’Oceano Pacifico, ho giocato con un aquilone su di una spiaggia sterminata e mi sono sdraiata nell’ erba circondata da splendidi fiori colorati.

Tutto questo, accompagnato dai sorrisi e dall’accoglienza estrema della gente di San Francisco, sempre pronta a farti un saluto o a scambiare due chiacchiere, e credetemi, anche un solo “how are you doing” fa la differenza! Ah, non ve l’ho detto? Io viaggio da sola. Ma vi parlero’ di quanto sia bello farlo nella prossima pagina di diario…nel frattempo… prenotate il vostro volo per San Francisco!

Sara.»

Questo slideshow richiede JavaScript.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...