Gli animali della selvaggia Tasmania!

Non ci sono solo i diavoli: la sorella “piccola” dell’Australia è la casa di numerosissime creature dall’aspetto bizzarro e curioso. Un viaggio che parte da Hobart, per trovare e fotografare animali incredibili come il vombato e l’ornitorinco.

Per tutti gli appassionati del mondo naturale ci sono alcune mete nel mondo che non possono prescindere delle destinazioni che si deve assolutamente visitare. Fra queste c’è sicuramente la Tasmania.

Il continente dell’Oceania è di per sé l’habitat di animali incredibili, dai grandi marsupiali come i canguri, ai rettili giganti come i coccodrilli, agli uccelli colossali come gli emu. Ma anche la piccola isola dell’Australia ha una sua fauna unica, frutto dell’endemismo e del fatto di non essere stata abitata dall’uomo fino alle epoche più recenti. Il 37% del territorio della Tasmania è coperto da parchi e riserve naturali: proprio per questo, partire per un viaggio alla scoperta dei suoi animali e della sua natura mi sembra un’ottima idea! Con macchina fotografica carica, binocolo e scarponcini da trekking ben allacciati si può partire da Hobart, la capitale dell’isola, alla ricerca della Tasmania più selvaggia.

TUTTO INTORNO ALLA TASMANIA

Pinguini_Tasmania

Come prima tappa “ideale” di questo viaggio non si può non fare cenno alla lunghissima linea di costa della Tasmania, frastagliata e dominata da alti faraglioni, ed eppure un luogo dove ammirare animali incredibili. Le fredde acque  del Mar di Tasman e dell’Oceano Indiano sono popolate da gruppi di Megattere che migrano stagionalmente verso i tropici o il Polo Sud. Great Oyster Bay è il luogo giusto per avvistarle, da marzo a novembre, con una gita in barca o comodamente seduti sulla roccia del litorale, da dove potrete ammirare anche enormi colonie di Pinguini Minori Blu.

CERCANDO BENE

Pademelon_Tasmania

Scattate le nostre fotografie a balene e pinguini, iniziamo ad avventurarci di più all’interno dell’isola. La prima tappa è un famoso Parco Nazionale, il più antico della Tasmania, il Freycinet National Park. Occupa la gran parte dell’omonima penisola, sulla costa est, e conserva una quantità incredibile di specie endemiche dell’isola: il Wallaby dal collo rosso è il canguro che si avvista più facilmente in queste terre, ma è anche facile trovare una varietà più particolare, come il Pademelon della Tasmania, un tenero marsupiale che vive solo su quest’isola; ma a contendergli il titolo di “animale più dolce del Freycinet” c’è il Vombato, un marsupiale simile ad un tasso che vive nel folto della macchia del parco. Echidna_Tasmania

Il Freycinet ospita però anche alcuni degli animali più strani che si possano incontrare, come l’Echidna o l’Ornitorinco, delle vere e proprie chimere! Queste creature sono fra gli unici mammiferi che possano deporre uova, e da molti sono considerati una sorta di anello congiuntivo tra diverse specie!

 

DI GIORNO E DI NOTTE

Ventrerosa_Tasmania

Il Monte Cradle domina l’interno della Tasmania, ed è circondato da una serie di riserve naturali completamente selvagge, come il Lake St. Claire National Park. Meta degli appassionati di hiking e camminate nella natura, è il centro del famoso Overland Track, il percorso di trekking più entusiasmante d’Australia, non solo per gli incredibili paesaggi. Queste riserve integrali di giorno sono allietate dai colori sgargianti dei volatili, come la variopinta Rosella Verde o come la straordinaria Balia Ventrerosa.

shutterstock_377789203Ma di notte, quando sulle foreste e sulle montagne calano le tenebre, il paesaggio si trasforma e diventa più… pauroso! Urla e strepiti demoniaci attraversano le lande desolate. È il Diavolo della Tasmania, un piccolo ma robustissimo marsupiale, dall’inconfondibile pelo nero, i cui latrati notturni gli hanno conferito cotanto nome: i primi europei, nel sentire questi terribili gemiti dopo il crepuscolo, pensavano fosse proprio un diavolo a urlare!

Questa era l’ultima delle incredibili creature che ci si può aspettare di trovare facilmente in Tasmania. Ma il viaggio non finisce qui, perché, esplorata la piccola isola del sud, attraversando lo Stretto di Bass, si giunge in Australia, dove deserti e foreste pluviali sono la casa di animali ancora più incredibili, il luogo dove imbarcarsi in una grande avventura!ANIMALI AUSTRALIA


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...