Gloucester: un angolo di Sicilia in Massachusetts

Il “porto più antico d’America”, fondato nel 1623 su una baia di Cape Ann, di fronte all’Atlantico, ospita da inizio 900 una nutrita comunità di pescatori di Terrasini… andiamo a scoprirla!

sicilia_gloucester_massachusets_2Prima di arrivare a Gloucester, prendiamo un po’ di rincorsa. Fino al II° sec. a.C., circa 2150 anni fa. Andiamo a Roma. Il greco Polibio, nato a Megalopoli, è uno dei molti intellettuali ellenici che entrano a far parte delle élite senatorie del giovane, vigoroso Impero che ha già sottomesso tutto il Mediterraneo. Nel portico ombroso di una villa suburbana degli Scipioni, è al lavoro. Sta redigendo le sue Storie, un monumento in 40 libri in cui vuole raccontare e spiegare le cause dell’ascesa della Res Publica e prevedere, secondo una preciso fatalismo storico, il declino che spetta ad ogni organismo statale e politico. Nel trentaquattresimo volume inizia un excursus geografico, che è anche topografia culturale, dedicato ai territori sottomessi da Roma. Arriva a Scilla, di fronte allo stretto di Messina, dove secondo Omero si trovava il mostro marino che mise a rischio il viaggio di Odisseo: nella sua interpretazione razionalistica dell’episodio, Polibio ritiene che i movimenti convulsi del drago marino riproducano gli spasimi dei pesci spada, cacciati secondo una tecnica, descritta minuziosamente, che sopravvive ancora oggi nella pesca con la feluca, imbarcazione di origine araba.

Cosa hanno a che fare, vi chiederete, Polibio, Omero e Odisseo con il MassachusettsA tenerli uniti c’è una trama di saperi antichi e sacrifici, di viaggi e speranze, di vite sradicate e nuovi incontri.

sicilia_glouchester_massachusetts_3
La Good Harbor Beach di Gloucester sulla penisola di Cape Ann, Massachusetts

 

Partiamo, per scoprirla, verso l’altra parte dell’Atlantico, sulla piccola baia di una penisola, Cape Ann, protesa nell’Oceano, dove non ci sono pesci spada, tonni o sardine, ma aragoste, merluzzi giganti, balene, che qui transitano stagionalmente poco distante dalle coste.

sicilia_gloucester_massachussetts_4
Il Gloucester Fisherman’s Memorial

A inizio 900 un intero paese della Sicilia, Terrasini (circa 30 km da Palermo, direzione Trapani), emigrò a Gloucester, portando con sé il mestiere descritto da Polibio. Quei giovani bruni, avvezzi alla salsedine, non trovarono la luce mediterranea, accecante, netta, della loro terra d’origine (che, guarda caso, lo stesso Omero considerava il grande pascolo dove il dio Sole teneva le sue vacche sacre), ma un’atmosfera più fredda, lattiginosa, vasta, descritta da un altro poeta, rettore dal 1951 al 1956 del Black Mountain Collage di Ashville, fucina intellettuale di livello mondiale, Charles Olson, che riposa proprio nel cimitero di Gloucester, luogo focale della sua produzione artistica. Appassionato e fine studioso di Melville, che dal vicinissimo porto di New Bedford partì su una baleniera per il viaggio che gli avrebbe fornito la rivelazione di Moby Dick, riportata in romanzo sempre in Massachusetts, nella casa studio di Pittsfield, nelle sue opere Olson, su tutte il The Maximus Poems (ispirato a un altro greco antico, Massimo di Tiro, o a un omonimo mistico fenicio), trasvaluta in un epos atlantico la quiete portuale di Gloucesterper salvarla, grazie al canto poetico, dalla minaccia del mondo moderno.

Tutto inizia a quadrare: partenze, navi e porti, marinai e pescatori (a Gloucester è ambientato anche Capitani coraggiosi di Kipling e vi è stata girata la trasposizione cinematografica del 1937, Spencer Tracy), poesia, epica.

sicilia_gloucester_massachussets_5
Lo skyline di Boston visto da Gloucester

E i Siciliani ci sono ancora?  Sebbene la pesca nei Georges Bank, un vasto fondale tra Stati Uniti e Nuova Scozia ricchissimo di fauna ittica, sia da tempo in crisi, la presenza dei discendenti degli abitanti di Terrasini, oggi circa 20.000, non si limita ai campanelli o al nome di qualche locale, come l’iconico Caffè Sicilia. Nei tanti ristorantini di Gloucester, che oggi è una delle più apprezzate località turistiche del New England, i cuochi hanno spesso origine italiana e il loro tocco magico,  esalta, eccome, il meraviglioso pescato dell’Oceano. Provare per credere.

Il momento migliore per toccare con mano quanto la comunità di Terrasini sia ancora unita e vitale è fine Giugno, quando si celebra la festa religiosa in onore di San Pietro Apostolo, patrono insieme al fratello Andrea dei pescatori. La processione si snoda tra le pittoresche viuzze del porto, in una fiumana di canti liturgici e folklore meridionale, fino a raggiungere una banchina dove si colloca una sorta di palo della cuccagna, delle dimensioni degne di un albero di nave, unto con la pece: vince chi riesce a raggiungere la banderuola posta alla sua estremità, correndo il rischio (probabilissimo) di cadere nelle acque gelide dell’Atlantico.

 

Dopo la festa, il New England torna ad essere quello di sempre. Un incanto rilassante di spiagge deserte, fari, boschi che arrivano a lambire le onde. Con qualche tocco, però, siciliano, quasi per incanto. Ad esempio il suggestivo Hammond Castle, residenza fatta costruire da un eccentrico inventore tra il 1926 e il 1929 in stile medievale. Dalle sue bifore affacciate sull’orizzonte marino sembra di avere di fronte il panorama che si gode da un chiostro o da una fortezza arabo-normanni dell’antica Trinacria. E forse, da lontano, si vede avvicinarsi mano a mano un punto che si complica in vele e gomene. Di certo sarà un navigante, un nuovo figlio del Mediterraneo.


3 thoughts on “Gloucester: un angolo di Sicilia in Massachusetts

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...