Il sorriso della Thailandia

Templi, avventura e tradizioni…Chiang Mai e la Terra dei Sorrisi.

Quando un sorriso è capace di conquistare. Se prima ero scettica, ora non ho più dubbi.  L’ho imparato in Thailandia e da quel momento non l’ho più scordato. Da molti considerata la Terra dei Sorrisi, colorata e profumata, è da lei che ho appreso l’arte del sorridere.

iiiRicordo ancora quando alle porte di Chiang Mai ho ricevuto il mio primo sorriso, roba comune per i tanti piccoli abitanti che popolano la città, tra chi serve ai tavoli di ristoranti arrangiati oppure sonnecchia spaparanzato sui sellini di motocicli. Il mio arrivava da oltre il banco del folcloristico mercato notturno. Era grande e smagliante, seguito da un sonoro “sawadeeka” e accompagnato dal canonico inchino in stile orientale. Il migliore che potessi mai ricevere, un benvenuto speciale che mi ha fatto sentire a casa.

 Il primo di una lunga serie, ora lo posso dire, che mi è stato offerto in una torrida notte mentre ero alla ricerca di prelibatezze da sgranocchiare. Non ricordo con precisione di essere riuscita a compiacere il mio palato, ma sono certa di essere riuscita a riempire il mio cuore.

t

E poi tanti altri,  regalati a strampalati autisti di tuk tuk che sfrecciano per polverose vie a qualsiasi ora del giorno e della notte, ai commessi dei mille negozi ad ogni angolo di strada, a tutti quei personaggi un po’ eccentrici ma tanto simpatici che non mancano mai in un quadro cittadino ed alle guide improvvisate attorno ai templi buddhisti. Tanti, molteplici ed infiniti sorrisi, dati e collezionati.

Qui, a spasso per questo agglomerato urbano che sfugge ai più gettonati circuiti turistici. Una cittadina oppressa dall’afa ma rinfrescata da venti di tradizioni rimaste ancorate al passato. Disseminati ovunque, una moltitudine di templi ricamati di bellezze, anch’essi lieti e pronti a farsi scoprire nel profilo elegante di entrate e tetti dorati. Persino i dragoni d’ornamento alla grande scalinata del Doi Suthep sembreranno mostrare il loro sorriso migliore, così come i discreti monaci che scorgerai a passeggio per i giardini, nella loro austera compostezza, si lasceranno andare ad una timida espressione di gioia.

f

Un sorriso per ogni incontro ed un altro per ogni scoperta. Come quando dopo esserti accomodato tra i tavoli di legno di un locale sulla strada, riceverai in cambio una lauta porzione di bontà tipiche. Oppure all’avventura nell’insidiosa giungla tropicale sfiderai l’impeto del fiume Ping e cavalcherai il dorso di un mastodontico elefante. Quando troverai bellezze per le viuzze nascoste da grigi palazzoni e stranezze su cesti e griglie di qualche bancarella. Tutto questo è il grande e splendente sorriso della Thailandia, quello che molti definiscono capace di conquistare chiunque.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...