Matteo – Sia sopra che sotto la superficie

Sembra impossibile che a uno nato ai piedi delle Alpi scorra così forte nelle vene il richiamo del Mare. Sarà per via delle ancestrali origini che un po’ tutti, in Italia, condividiamo: pirati etruschi, marinai greci ed  esploratori rinascimentali sono parte del nostro DNA. Ma nonostante questa spiegazione quantomeno ardita, di una cosa sono certo, ovvero che amo il mare. Lo conobbi fin da piccolo, grazie ai miei genitori -anch’essi appassionati di quel vasto mondo abissale- e imparai ad apprezzarlo  come dico sempre io “sia sopra che sotto la superficie”.

E può essere proprio la mia attenzione verso le radici e le origini che può spiegare la mia seconda grande passione. Forse il fatto che il mio primo ricordo sia di me dentro il Cavallo di Troia, sulla collina di Hissarlik, potrebbe aver influenzato la mia psiche, ma sta di fatto che ho un debole per le storie e la Storia, con la “S” maiuscola, come dicono gli accademici.

970205_10203544805529786_3476565763367884633_n
Matteo

E da allora -sempre grazie ai miei genitori- è cominciato un valzer di viaggi, lunghi e lontani, che mi hanno permesso di coltivare queste due passioni: Egitto, Messico, Indonesia e tante altre destinazioni, sgranate come un rosario negli anni, paesi lontani e meno che mi hanno lasciato piccole cicatrici sul cuore e tante fotografie in più nei cassetti di casa.

Lo studio dei classici, al liceo, è stata quindi tappa obbligatoria, quasi come il proseguire il cammino laureandomi, nel 2011, in Scienze Storiche. Nel mezzo ho imparato a muovermi in acqua quasi meglio che nella giungla della città: a dividersi il mio tempo libero dalle fatiche del ginnasio sono stati il nuoto agonistico e la subacquea, sempre in virtù della grande massima della mia vita.

Su quest’ultima attività deve andare un pensiero, come si fa con una cara amica. A tutti coloro che sono stati indecisi se provare o meno a tuffarsi nel mare con un erogatore in bocca e maschera ben calzata sul volto dico “fatelo”, perché è un’esperienza indescrivibile che vi apre  gli occhi a un mondo totalmente nuovo.

Non resta molto altro da dire. Doppiato lo scoglio della laurea provo a orientare la mia esistenza cercando di accumulare vicende di vita, un po’ a Milano un po’ a Londra, dove ho vissuto nel 2012. Una di queste mi ha portato ad approdare qui a Fluidtravel, un po’ per continuare a viaggiare, un po’ per raccontare il mare e la storia.

Vuoi sapere qual è la mia esperienza preferita? Leggila qui!


One thought on “Matteo – Sia sopra che sotto la superficie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...