Costanza: non conta la meta, ma il cammino

Il mio nome è Costanza, e come me, affonda le sue radici tra i sette colli di Roma. Il cielo che anche d’inverno riesce a essere veramente blu, i pini marittimi dell’Appia Antica e i platani del Lungotevere, e poi quell’atmosfera sorniona che ammicca qui e là, tra le viuzze del centro. Questo è ciò di cui andavo in cerca quando, adolescente, ho scoperto Roma, perdendomi una volta, e poi un’altra ancora, alla ricerca del suo segreto.

COSTANZA 1
Costanza

Credo di non averlo mai carpito ma continuo a ripetermi quel vecchio adagio per cui non è la meta ciò che conta davvero, ma il cammino… che amo, in particolare in montagna, soprattutto se i boschi che mi circondano sono quelli dell’Abruzzo; ed è lì che ho imparato che a volte non lo sai, ma sarà proprio quel singolo passo che cambierà tutto.

Ancora mi chiedo quale sia stato quello che mi ha portata lontana; forse il giorno in cui, seguendo la passione, mi sono iscritta al corso di laurea in Scienze Storiche, oppure quello in cui i miei genitori decisero di farmi studiare il francese, chi può saperlo… io no di certo, di risposte ne ho avute ancora troppo poche. Fatto sta che un giorno feci la mia prima valigia, e partii per l’Erasmus a Parigi, cui seguì il dottorato in Storia – in cotutela tra Venezia e nuovamente Parigi – e poi infine la scoperta di Milano, dove mi ha portata prima di tutto il cuore.

Ho camminato per le strade di ognuna di queste città, desiderosa di coglierne l’essenza; e poi ho perso i miei occhi nelle carte dei loro archivi, cercando di immaginare come doveva essere quello stesso paesaggio un secolo fa’.

COST 3Amo leggere e cucinare, condividere la tavola con una persona cara, e scoprire cosa si nasconde dietro al nome di tutte le cose: la storia di un piatto, il perché di una ricorrenza, la radice di una parola, il motivo di un viaggio e, perché no, anche quello di un ritorno.

Oggi il mio cammino prosegue scrivendo su Fluidtravel: la passione per la ricerca si nasconde in ogni esperienza, un ingrediente segreto che cerco di non lesinare, nello scritto e nella vita, convinta che le domande siano la spezia capace di rendere eccezionale anche la più semplice delle ricette.

La mia esperienza Fluidtravel preferita? Questa!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...